Omicidio in Regione, Presidente Marini: “Rispetto per i dipendenti pubblici”

“Voglio dire che gli impiegati pubblici che fanno il loro lavoro vanno rispettati, questa vicenda ci chiama ad una responsabilità comune. Anche a voi della stampa chiedo comprensione, stiamo colpendo in maniera indiscriminata i funzionari dello stato che svolgono con capacità professionalità e responsabilità il proprio mestiere, oggi siamo drammaticamente colpiti. Nei paesi anglosassoni li chiamano civil servant, i servitori civili, servitori dello stato, vorremmo che anche voi ci aiutaste. In un momento così difficile e drammatico per il Paese, siamo chiamati tutti insieme a delle risposte ma siamo chiamati a rispettare questi impiegati che spesso per stipendi minimi, e quello di Daniela era davvero minimo, si trovano a essere vittime anche di un clima non sempre rispettoso, non voglio arrivare a dire anche spesso di odio, che c’è nei confronti dei dipendenti pubblici di questo Paese.”.
Queste le dichiarazioni di Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, sul drammatico duplice omicidio che ha spezzato le vite di Daniela, una delle tante precarie delle pubblica amministrazione, e di Margherita, dirigente  da tutti riconosciuta come professionista preparata e dalle grandi doti umane. Dichiarazioni che l’Associazione Allievi Sspa sottoscrive in pieno, manifestando il proprio cordoglio alle famiglie delle due colleghe scomparse.
[space height=”20″]
Pubblicato da:

La Segreteria dell'Associazione Dirigenti per l'innovazione – Allievi SNA è a disposizione per eventuali richieste di contatto all'indirizzo e-mail: posta@allievisspa.it.